PEDAGOGIA FOSFENICA

Gaelle C. - FRANCIA
Risultato ottenuto su mio figlio con il Mixaggio Fosfenico in Pedagogia.
Mio figlio è in prima e ha 8 anni. Lo scorso febbraio la situazione a scuola è molto peggiorata. Fino a quel momento i risultati erano buoni, anche se con una certa tendenza alla fantasticheria in classe e anche se non sempre era contento di andare a scuola. E' un bambino ipersensibile, abbastanza timido ogni tanto, con un carattere forte, interessato ad un sacco di cose e può passare ore a studiare qualcosa che gli interessa. Ha cominciato a fantasticare sempre di più in classe, era stanchissimo e la sua attenzione era sempre più scarsa. Chiedeva persino di potersi riposare in classe. Prima delle vacanze estive c'è stato un grande scontro con la sua maestra, per cui sono stata convocata dal direttore. Vedevo già regolarmente la maestra per controllare il suo lavoro scolastico. Io e suo padre avevamo persino pensato di toglierlo dalla scuola. Fu deciso che nostro figlio avrebbe incontrato lo psicologo scolastico per dei test di capacità. Decisi quindi di trovare un metodo per favorire le sue capacità di attenzione e di concentrazione. Ecco come ho trovato il fosfenismo su internet. Per una decina di giorni, durante le vacanze scolastiche, ho fatto del fosfenismo con mio figlio. Lavorava circa 15 minuti tre volte al giorno. I primi risultati sono stati constatati sulla sua capacità d'ascolto, sia a scuola che nella vita di tutti i giorni, nelle azioni della sua vita, come essere molto più ricettivo quando gli chiedevo di venire a tavola, di sparecchiare, di mettere a posto le sue cose etc. Tutto avviene con calma, ci sono molte meno obiezioni da parte sua. Ha avuto un progresso netto anche per la sua timidezza, l'ho sentito più fiducioso in sé.

Per il dettato, che gli creava molti problemi, utilizzo la tecnica di visualizzare una o due parole, fargli fare il fosfene chiedendogli di pensare a ciò che ha appena letto e fargli scrivere le parole ad occhi chiusi. Abbiamo dei buoni risultati, non ha più ansia e gli ultimi due voti sono stati degli 8.

Per la matematica, legge l'esercizio, fa un fosfene pensando all'esercizio e poi lo esegue.
Quando si tratta di un problema di matematica vedo che le idee gli arrivano in fretta. Ultimamente per le sottrazioni, in cui aveva la tendenza a contare con le dita, i risultati gli sono venuti in modo naturale. Come aneddoto, mi ha detto "troppo facile, mamma".

Per la lettura, fa un fosfene, aspetta un po' o si mette sotto la luce per illuminare il testo in modo da non essere disturbato dal fosfene. La lettura è molto più rapida, è innegabile, con un'ottima elocuzione, ritmo ed intonazione. Vive quello che legge.

Per la scuola, non mi dice più che vuole andarsene, mi ha anche detto che era contento di andarci e che con la sua maestra le cose andavano bene. Che sollievo! Rimane un po' sognatore, ma decisamente meno, e secondo la sua maestra non ci sono più problemi di comportamento. Non si lamenta più della fatica. Grazie per questo metodo.


Sonia - FRANCIA
Ho fatto il ripasso delle lezioni per un prossimo esame. Evidentemente ho ripassato sotto fosfeni, ed è innegabile che ho memorizzato più facilmente. Non vedo l'ora che inizi la scuola per rivedere i miei allievi e trasmettere loro questa fosfeno-pedagogia. E' uno strumento formidabile!


Franck. - FRANCIA
Una mia amica ha fatto fare pratica a suo figlio Hugo, che ha 10 anni. Ha dato molti risultati. E' impressionante. All'inizio dell'anno non aveva una bella grafia (tutta tremolante, di traverso, etc). Man mano che l'anno trascorreva, la sua scrittura si è completamente trasformata. Adesso ha una bellissima grafia (bella regolare, dritta, lel lettere sono ben collegate, etc.). E soprattutto, è diventato il primo della classe. I bambini sono davvero molto ricettivi al Fosfenismo.


Franck. - FRANCIA
Mio fratello, che è poliziotto (esattamente vigile urbano), ha deciso di seguire un corso di formazione all'interno della polizia per fare carriera. Poiché aveva interrotto gli studi da molto tempo, aveva un po' paura a rimettersi a studiare e temeva di non avere la preparazione necessaria per riuscire negli esami che voleva passare. Ho quindi approfittato di questa occasione per fargli scoprire il fosfenismo, perché lui non sapeva assolutamente di cosa si trattava. Più di un anno e mezzo fa, gli ho regalato un cofanetto di fosfenismo, per il lavoro con il mixaggio fosfenico. Ebbene, qualche tempo fa, ho avuto la bella sorpresa che mi chiamasse per ringraziarmi di avergli fatto conoscere il fosfenismo. Penso che sia grazie a questo metodo che abbia ottenuto dei buoni risultati al suo esame e che il Fosfenismo lo abbia aiutato molto per la memorizzazione e anche per la fiducia in se stesso. Ha visualizzato bene sotto fosfeni di riuscire agli esami e di essere fiducioso e calmo nel momento dell'esame. E tutto ciò ha funzionato molto bene, ha passato tutti gli esami con fiducia e sicurezza e ha concluso l'esame con dei buoni risultati.


Patrick. - FRANCIA
Il Fosfenismo è davvero favoloso nel campo dello studio. L'ho utilizzato con molto successo. E' un po' come se si barasse, ma qui se ne ha il diritto. Le lezioni appaiono veramente davanti agli occhi durante gli esami. Imparare sotto fosfeni è un vero regalo. Personalmente proietto il fosfene sulle pagine da studiare, così come è spiegato nel Mixaggio in Pedagogia.


Quentin D. - FRANCIA
FOSFENI E STUDI.
Sono all'ultimo anno di ingegneria informatica. In pieno periodo di parziale, mi rimaneva una prova che mi dava dei problemi. Questa richiede riflessione, ma anche molti dati da imparare a memoria. Mi rimane poco tempo… perché non utilizzare il fosfenismo?
Utilizzo il procedimento seguente, con la lampada Fosfenica Tascabile:
- Fissazione della lampada per avere il fosfene
- Leggere la lezione attraverso il fosfene, con attenzione.
- Una volta terminato il fosfene, fisso di nuovo la lampada, ma durante il tempo di fissazione ripenso a quello che ho appena letto (meglio che posso…)
- Continuo la lettura attraverso il fosfene…
- Una volta che ho ripassato tutto, ricomincio, sia su tutto, sia su parti "sensibili" della lezione.
Ho memorizzato relativamente in fretta. In più, le associazioni di idee si facevano chiaramente e la lezione era acquisita e compresa piuttosto bene.
All'esame, miglior voto della classe. Quando in realtà non ho lavorato in maniera esagerata…
Il fosfenismo fa guadagnare molto tempo, e agisce in modo positivo sulle capacità intellettuali e sull'attenzione. Utilizzarlo per gli studi non può essere che benefico, secondo me, nel momento in cui è utilizzato correttamente. Sono sicuro che numerosi studenti detti "cattivi", "mediocri"… potrebbero benissimo sorprenderci se gli si mettessero tra le mani dei buoni strumenti…!


Pierre D. - FRANCIA
Ecco che cosa ho potuto osservare su me stesso, sui miei bambini e su qualche persona del mio entourage dopo più di 2 anni di utilizzo del metodo.

- per i periodi di apprendimento scolastico (primario e secondario):
Permette una migliore concentrazione, e aiuta la memorizzazione.
Canalizzando l'energia, riduce le tendenze naturali alla dispersione, apporta la concentrazione necessaria allo studio e alla comprensione e facilita la fissazione di ciò che deve essere memorizzato per proiezione mentale nel fosfene di ciò che deve essere trattenuto.
Permette di ridurre le sconfitte scolastiche e di ridare ai bambini turbati o stressati le stesse possibilità dei loro compagni.
In particolare, l'utilizzo simultaneo del fosfene, della lettura/recitazione ad alta voce associata alla scrittura manoscritta permette di risolvere definitivamente i problemi di ortografia.

- per il ciclo delle superiori e i concorsi:
Permette di immagazzinare grandi quantità di conoscenze, utilizzando particolarmente la memoria visiva.
L'utilizzo dei fosfeni è assolutamente indicato per immagazzinare le grandi quantità di conoscenze molto importanti richieste dalle scuole di alto livello (matematica, fisica, chimica), in medicina, biologia e scienze della terra.

- per i movimenti complessi di ginnastica (danza, acrobazia) e la risoluzione dei problemi di coordinazione del corpo, così come per la dislessia:
Associare un movimento al fosfene (memorizzazione cenestesica) permette di realizzarlo senza blocchi e di memorizzarlo.

- nei mestieri creativi e di inventiva:
La proiezione di problemi o di idee in un fosfene permette do ottenere rapidamente un turbine di idee molto propizie alla creazione e all'inventiva.
Queste funzioni non interessano unicamente gli artisti, i creativi o gli inventori ma anche tutte le persone che hanno bisogno di trovare delle idee (chi cerca un lavoro, quadri e imprese, ingegneri etc. a fronte di problemi da risolvere). I fosfeni hanno come conseguenza secondaria di armonizzare la personalità e di far vedere le cose in modo molto positivo. A questo titolo, facendo regolarmente dei fosfeni, le persone il cui comportamento è aggressivo evolvono in un senso molto positivo, facendo emergere il meglio della loro personalità.
Si può ipotizzare il loro utilizzo nelle carceri, per i drogati e per le persone a comportamento depressivo.


Stéphane S. - FRANCIA
FOSFENI E RIFLESSI.
Ho notato che facendo una seduta di fosfeni di qualche minuto prima di giocare ad un videogioco, ottenevo più facilmente delle vittorie eclatanti sui miei nemici virtuali. Le mie constatazioni si basano su due giochi di combattimento ultra rapido. Nei due casi, i miei riflessi sono più acuti, l'audacia è decuplicata (si tentano dei colpi che non si erano mai osati prima), la rapidità è accentuata e nell'azione si improvvisa più facilmente. L'adrenalina è sotto controllo e mi sono sorpreso a mantenere delle lunghe sessioni di intensa battaglia senza cedere; in più la comprensione del gioco è migliorata: su delle videate che credevo di aver esplorato da cima a fondo, ho trovato dei nuovi nascondigli, nuove strategie, nuovi modi di maneggiare questa o quell'arma…

Non credo che questa testimonianza apporti granché all'evoluzione dell'umanità, ma era semplicemente per segnalare che per quanto riguarda la rapidità e la precisione l'energia fosfenica ha ancora una volta fatto il suo dovere. oJe ne pense pas que ce témoignage apporte grand chose à l'évolution de l'humanité, mais c'était simplement pour signaler qu'en ce qui concerne la rapidité et la précision, l'énergie phosphénique a une fois de plus accompli son office. Tuutavia un'ombra: questi giochi adesso non sono più interessanti, sono diventati quasi troppo facili, dovrò procurarmene degli altri!


M. Eloi G. - GABON
Vi terrò al corrente degli effetti osservati in seguito alla pratica del Mixaggio Fosfenico e dell'alternofono. Vogliate tuttavia notare che mio figlio di 14 anni (in classe terza, e finora sempre tra i primi 4 della sua classe, questo trimestre è il primo) è molto felice e motivato dal Mixaggio Fosfenico per lo studio delle sue lezioni.

A questo proposito, l'ultima osservazione che mi ha fatto è la seguente: "Da quando studio sotto fosfene, non riesco più a dimenticare quello che imparo, ho paura di immagazzinare troppe cose nella mia memoria e che mi manchi lo spazio per tutto quello che dovrò studiare in futuro".
Beninteso, ho dovuto rassicurarlo sulle enormi potenzialità del cervello umano e sul fatto che poteva memorizzare senza timore tutto ciò che desiderava.
Saluti sinceri.


Christophe - FRANCIA
I PROGRESSI DI CHRISTOPHE 15 ANNI DOPO TRE MESI DI PRATICA DEL MIXAGGIO FOSFENICO
Caro Signore,
Mio figlio Christophe è un bambino di 15 anni che ha sempre avuto dei grossi problemi in ortografia. Ha una buona memoria. Conosce sufficientemente le regole di grammatica, ma una volta davanti al foglio, più niente!
Per 2 mesi abbiamo lavorato regolarmente con i fosfeni due volte alla settimana.
Effetti in capo a 2 mesi di pratica:

Migliore memorizzazione delle parole studiate sotto fosfeni. Secondo l'espressione di Christophe "le vedeva scritte nella sua testa". Là dove abitualmente faceva una cinquantina di errori, non ne faceva più di una ventina.
Risveglio intellettuale: maggiore rapidità di riflessione. Il suo eloquio che aveva tendenza ad essere "spezzettato" è diventato molto più fluido. Affermazione della personalità.
Il suo professore di matematica gli ha fatto notare che aveva cambiato dal giorno alla notte:
partecipazione in classe decisamente migliore, una più grande attenzione, migliore riflessione.
Tecnica utilizzata per un dettato di parole:
- Fa un fosfene.
- Poi pensa alla parola da memorizzare, chiude gli occhi e rivede la parola nell'immaginazione.
- Poi rifà un fosfene, mette la mascherina e scrive la parola (al buio) senza guardare il foglio.
Come vedete, mi sforzo di seguire le vostre preziose indicazioni contenute nel libro "L'ABC del Mixaggio Fosfenico".
Davvero grazie per lui.
Marie C.