IL MIXAGGIO FOSFENICO

Sviluppo della memoria e dell'intelligenza
con la mescolanza dei pensieri con i fosfeni.




Durata dell'animazione una volta caricata: 2 minuti 30
Per rilanciare l'animazione fare "Aggiorna" la pagina.
su MAC: comando (mela) + R
su PC: Ctrl + R

MEMORIZZAZIONE NEL FOSFENE
Mixaggio Fosfenico.
3° parte

Dopo aver letto un passaggio o un capitolo, fate il fosfene poi, al buio, sin dalla fissazione della lampada per non perdere tempo, cominciate a ripensare a ciò che avete appena studiato.

Quando avrete fatto il fosfene, indossate la mascherina sugli occhi; durante la presenza del fosfene ripensate succintamente a quanto avete appena studiato, questo avrà l'effetto di aiutarvi a memorizzare il passaggio letto.

Nota: come esempio di mixaggio nel fosfene il testo scorrevole è quello di questa pagina (in francese).

La mescolanza di un pensiero al fosfene si chiama Mixaggio Fosfenico.

Parecchie persone amano leggere con il sole che illumina fortemente il libro.

Solitamente quando si legge in una stanza la luce è la maggior parte delle volte indiretta o troppo lontana dal testo, oppure troppo debole per permettere la formazione di un fosfene, mentre la riflessione della luce solare su un libro produce un fosfene per la sua riflessione sulla pagina bianca.

Il Dr. Lefebure fece giovanissimo la seguente osservazione:

«Fino all'età di 12 anni a scuola ero un disastro e ne soffrivo molto moralmente. Lo ero a tal punto che a undici anni il professore avrebbe voluto cacciarmi definitivamente dalla scuola e riuscii a rimanere solo grazie all'energico intervento di mia nonna. Ebbene, dopo le vacanze di Pasqua del mio dodicesimo anno, diventai improvvisamente un buon allievo, e in un modo così sorprendente che i miei compagni mi portarono in trionfo nel cortile. Più tardi fui sempre tra i migliori in scienze.

Che cosa era dunque successo in quelle famose vacanze di Pasqua? Avevamo traslocato. Prima abitavo in un appartamento in cui non c'era mai il sole. Il nuovo appartamento era meravigliosamente soleggiato e presi l'abitudine di andare a lavorare abbastanza spesso con il sole sul libro, anche se alcuni dicevano che mi sarei danneggiato gli occhi. Ebbene, non fu affatto così, anzi, proprio al contrario fu da quel momento che diventai un buon allievo. Credo che qui ci sia qualche elemento precursore delle mie ricerche sui fosfeni.»

Si noterà che si capisce meglio un testo e lo si memorizza meglio se è illuminato fortemente. Se è con una lampada, bisogna far sì che si trovi in un riflettore profondo in metallo, per non avere dei raggi diretti negli occhi. Se si illumina il testo con il sole, occorre girarsi di tre quarti in modo che sia illuminato solo il libro.

«In seguito fui sempre tra i migliori in scienze, e uscii tra i primi al P.C.N. (Fisica, Chimica e Scienze Naturali), all'epoca anno propedeutico a Medicina, benché fossimo più di quattrocento candidati in quella sessione e io fossi tra i più giovani (17 anni). »

Non tutti hanno la fortuna di abitare in una regione molto soleggiata, e per stimolare la funzione fosfenica mentre si studia si può vantaggiosamente utilizzare la lampada fosfenica del Dr. Lefebure, mettendola abbastanza vicino a sé e un po' al di sopra del libro o del testo, in modo però da non essere disturbati dalla lampadina. Ciò che ci interessa qui è approfittare della riflessione della luce sulle pagine, ottenendo quindi costantemente dei fosfeni senza dovercene preoccupare. La lettura si fa poi in modo assolutamente normale. La sola differenza è un'illuminazione del testo decisamente migliore. Ma che differenza!

Attenzione, però, non è perché si vive in una zona soleggiata che si diventerà per forza più intelligenti o che si riuscirà meglio negli studi. Perché tutto ciò è solo una questione di contesto. FARE SEMPLICEMENTE DEI FOSFENI NON SVILUPPA NIENTE, o almeno quasi niente. E' imperativamente la mescolanza dei pensieri con il fosfene (mixaggio) che permette lo sviluppo della memoria e dell'attenzione. E' chiaro però che in una regione soleggiata si ha più facilità a fare questi "mixaggi", anche involontariamente.

Per ulteriori informazioni vedere l'i-cofanetto “L'ABC del Mixaggio Fosfenico”.

TEMPI DI PRATICA E DURATA DELLE SEDUTE

Non c'é un limite al numero di fosfeni che possono essere fatti nel corso di una seduta di lavoro. Molti studenti praticano per parecchie ore consecutive senza la minima fatica, in ragione di una fissazione ogni cinque, dieci o quindici minuti a seconda del tipo di studio. Per un bambino sarà sufficiente fare tutti i compiti e imparare le lezioni sotto fosfene perché i risultati scolastici migliorino rapidamente.

Gli studenti e gli adulti spesso studiano per parecchie ore di seguito a causa dell'entità dei programmi. Per loro sarà sufficiente associare i fosfeni allo studio, il che permette di risparmiare tempo e di accumulare una notevole energia nel pensiero e nel sistema nervoso. Durante lo studio si farà quindi il maggior numero di fosfeni possibile.

La Fosfeno-pedagogia non è soltanto un metodo che permette di fare un lavoro più efficace: è soprattutto una tecnica che permette un'autentica espansione della personalità.

Ecco perché il Dr. Lefebure ha evidenziato due ambiti distinti di applicazione: da un lato lo studio delle tecniche ritmo-fosfeniche e dall'altro il metodo pedagogico, sviluppato nel suo libro Il Mixaggio Fosfenico in Pedagogia, metodo per il quale ricevette la Medaglia d'Argento al Salone degli Inventori di Bruxelles nel 1975.

Incomprese per molto tempo, le fissazioni di sorgenti luminose passavano per un semplice rituale del quale alcune tradizioni e pratiche hanno finito con il dimenticare il significato e l'importanza. Tuttavia non si tratta di utopia e neanche di credenze, semplice ripiego per rassicurarsi. L'esperienza iniziatica comincia ora, vale a dire che fa parte della vita. Arricchisce la vita perché dà dei mezzi "nuovi" per capirla. Non è più una vana speranza, ma comporta un importante numero di ricadute nella vita quotidiana. E lo si può verificare in prima persona se lo si vuole veramente. Il Dr. Lefebure ne ha dato i mezzi. Il Mixaggio Fosfenico in Pedagogia è sicuramente il più bel regalo che ha fatto all'umanità! A noi riuscire ad utilizzarlo…

Spesso gli antichi dicevano: "La luce è sorgente di conoscenza".
Oggi, grazie ai lavori del Dr. Lefebure, comprendiamo perché.

Equivalente del Mixaggio Fosfenico: il Mixaggio Acufenico

    SUCCESSIVO

    INDIETRO