I 3 COMITATI


COMITATO DEI PARI: il Comitato dei Pari riunisce i Professori. Essi hanno l'incarico di preparare i corsi.

COMITATO DEI REFERENTI: i Membri del Comitato dei Referenti hanno l'incarico di verificare le condizioni in cui sono realizzate le esperienze, così come i risultati ottenuti. Controllano il protocollo di sperimentazione.

COMITATO ETICO: i Membri del Comitato etico hanno l’incarico di esprimere il loro parere sulla direzione morale della diffusione del Fosfenismo. Hanno il compito di vigilare affinché il Fosfenismo non venga ripreso da una setta o da una qualsivoglia organizzazione, non conformi all’etica del Fosfenismo e delle leggi vigenti.

Gli insegnamenti di tipo iniziatico non hanno mai avuto niente in comune con dogmi, dottrine né indottrinamenti. Non si rivolgono mai alla massa, ma sempre all'individuo perchè l'individuo soltanto può prendere decisioni sulla propria condotta.

Deve essere responsabile sia dell'obiettivo che vuole raggiungere, sia dei mezzi da mettere in atto per riuscirci.

In fondo, l'individuo che effettua una tale ricerca lavora sempre da solo, poiché lavora su se stesso, e non potrà essere sballottato da una falsa conoscenza all'altra se mantiene costantemente nel suo cuore l'obiettivo che si è prefissato. I risultati che può ottenere con questo stato d'animo sono considerevoli e vanno sempre al di là del quadro sociale. Tuttavia, solo la pratica è determinante. Le credenze, i pregiudizi, la posizione sociale, il livello culturale non giocano assolutamente alcun ruolo nello sviluppo e nei progressi dell'individuo perché questo campo di studi non appartiene alla vita sociale; d'altronde non è nemmeno favorito dall'organizzazione della società, anche se gli insegnamenti iniziatici rimangono comunque universali.